Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Autorizzazioni e valutazioni ambientali

 
 
 
Cosa facciamo

Il Servizio Autorizzazioni e valutazioni ambientali è stato istitutito con deliberazione della Giunta provinciale n. 606 del 17 aprile 2014, che oltre a definirne la strutturazione organizzativa, ha definito anche le funzioni svolte.

 
Cosa facciamo
  • Funzioni del Servizio

    Al Servizio Autorizzazioni e valutazioni ambientali spettano le seguenti competenze.

    • Cura gli adempimenti relativi alla valutazione dell'impatto ambientale, in conformità alla normativa provinciale vigente, nonché in attuazione delle disposizioni comunitarie e statali che attribuiscono alla Provincia funzioni e attività nelle corrispondenti materie.
    • Esprime i pareri demandati alla struttura ambientale provinciale dalle disposizioni regolamentari di applicazione della direttiva 2001/42/CE, concernente la valutazione degli effetti di determinati piani e programmi nell'ambiente, ai sensi dell'articolo 11 della legge provinciale 15 dicembre 2004, n. 10.
    • Provvede alla trattazione degli affari concernenti la tutela dell'aria, delle acque e del suolo dagli inquinamenti, la gestione dei rifiuti e delle procedure per la protezione dall'inquinamento acustico e dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici e altre forme di inquinamento, in esecuzione delle leggi provinciali che disciplinano tali materie e nel rispetto delle competenze specificatamente attribuite ad altre strutture organizzative provinciali o ad altri enti. In tale ambito esplica l'attività istruttoria e provvede al rilascio dei provvedimenti permissivi, all'espressione di pareri ed all'emanazione dei provvedimenti conseguenti alle attività di controllo.
    • Provvede alle attività tecnico-istruttorie per l'esercizio delle competenze demandate al pertinente comitato provinciale dalla normativa provinciale in materia di protezione dall'esposizione ai campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici.
    • Esercita un'azione di coordinamento rispetto alle procedure autorizzatorie complesse in materia ambientale e territoriale.
    • Presta supporto al Dipartimento competente in materia di territorio, ambiente e foreste nella gestione di progetti complessi di opere o attività che riguardano trasversalmente le strutture del medesimo Dipartimento, anche con riferimento alla predisposizione e all'attuazione di documenti generali in materia ambientale.
    • Fornisce supporto tecnico, nelle materie di competenza, alle attività di vigilanza e controllo.
    • Provvede all'adozione degli atti e dei provvedimenti finalizzati all'irrogazione di sanzioni amministrative pecuniarie in materia di valutazione dell'impatto ambientale, che non siano riservati ad altri organi o strutture provinciali secondo quanto previsto dall'articolo 11 della legge provinciale 29 agosto 1988, n. 28, anche avvalendosi degli altri organi e strutture provinciali e locali di vigilanza.
     
  • Funzioni dell'Ufficio Sistemi informativi

    All'Ufficio Sistemi informativi spettano le seguenti competenze.

    • Concorre alla raccolta dei dati e delle informazioni per la predisposizione, l'aggiornamento e la gestione delle banche dati degli altri strumenti di pianificazione territoriale e ambientale, nel rispetto delle direttive emanate dagli organi competenti cui è affidato lo sviluppo e il potenziamento del SIAT.
    • Concorre alla raccolta dei dati e delle informazioni per la predisposizione e l'aggiornamento delle cartografie e dei dati urbanistici e socio-economici del piano urbanistico provinciale.
    • Formula proposte ed elabora le specificazioni tecniche necessarie per la gestione omogenea su base informatizzata dei dati riguardanti il sistema della pianificazione territoriale e ambientale.
    • Fornisce supporto e coordinamento ai servizi, agli uffici ed incarichi speciali del Dipartimento per l'organizzazione e l'informatizzazione dei dati territoriali ed ambientali di competenza.
    • Fornisce supporto e coordinamento ai servizi, agli uffici ed incarichi speciali del Dipartimento per l'informatizzazione delle procedure amministrative di competenza e la loro semplificazione.
    • Svolge funzioni di coordinamento delle stazioni SIAT del Dipartimento.
     
  • Funzioni dell'Ufficio per le Valutazioni ambientali

    All'Ufficio per le Valutazioni ambientali spettano le seguenti competenze.

    • Cura gli adempimenti relativi ai procedimenti istruttori dei progetti sottoposti a valutazione di impatto ambientale e alle procedure di verifica.
    • Elabora i pareri e cura gli adempimenti istruttori afferenti la valutazione ambientale strategica demandati alla competenza dipartimentale.
    • Cura, in coordinamento con la struttura provinciale competente in materia di conservazione della natura, le attività istruttorie concernenti la valutazione d'incidenza dei progetti e dei piani e dei programmi inerenti le procedure di competenza.
    • Presta il supporto tecnico e informativo richiesto dal Comitato provinciale per l'ambiente, nonché dalle strutture provinciali per la predisposizione di studi ambientali su progetti.
    • Fornisce assistenza nella predisposizione di atti amministrativi e nei procedimenti relativi al contenzioso amministrativo relativi a progetti sottoposti a procedura di VIA.
    • Provvede, anche in collegamento con altre strutture provinciali o locali, all'esercizio della vigilanza e all'accertamento delle infrazioni concernenti la valutazione dell'impatto ambientale.
    • Cura ed elabora approfondimenti e proposte per l'aggiornamento tecnico della disciplina sulla valutazione dell'impatto ambientale.
    • Gestisce l'archivio degli studi di impatto ambientale e dei relativi progetti mediante sistemi informatizzati, anche in connessione con il sistema informativo sulla sensibilità ambientale, e provvede alla predisposizione di linee guida per la redazione del S.I.A. ispirati ai criteri dello sviluppo sostenibile.
    • Predispone e implementa il sistema informativo sulla sensibilità ambientale.
    • Fornisce, su richiesta, assistenza nella predisposizione del S.I.A. per conto della Provincia e di altri enti e nella valutazione ambientale strategica di piani e programmi.
     
  • Funzioni dell'Ufficio Autorizzazioni ambientali

    All'Ufficio Autorizzazioni ambientali spettano le seguenti competenze.

    • Provvede all'attività tecnico-amministrativa concernente il rilascio delle autorizzazioni in materia di:
      • emissioni in atmosfera;
      • scarico di acque reflue, riservate alla competenza della Provincia;
      • gestione dei rifiuti.
    • Provvede alla gestione delle procedure per il rilascio dell'autorizzazione integrata ambientale.
    • Cura la tenuta e l'aggiornamento del catasto delle autorizzazioni.
    • Fornisce consulenza e presta assistenza tecnica alle strutture provinciali, agli enti locali, agli organismi tecnici e agli altri enti interessati nelle materie di competenza.
     
  •  
  • Storia del Servizio e degli Uffici

    Il Servizio Autorizzazioni e valutazioni ambientali è stato istituito il 1° maggio 2014, come evoluzione dell'esistente Servizio Valutazione ambientale, inserendo nella struttura due uffici precedentemente dipendenti da altre strutture: l'Ufficio autorizzazioni ambientali e l'Ufficio sistemi informativi.

    Servizio valutazione ambientale

    Il Servizio Valutazione ambientale è stato istituito, con deliberazione n. 2138 del 28 agosto 2009, il 1° settembre 2009, inserendo nella nuova struttura due uffici precedentemente dipendenti da altre strutture: l'Ufficio programmazione interventi ambientali e l'Ufficio per le valutazioni ambientali. L'incarico di sostituto del Dirigente è stato assegnato al dott. Enrico Menapace, sino alla sua definitiva nomina a Dirigente avvenuta nel maggio 2011.

    Presso il Servizio hanno prestato servizio anche:

    • sig.ra Martina Angarano
    • dott.ssa Chiara Campana
    • ing. Carlo Detassis
    • sig.ra Anna Sciandra
    • dott.ssa Susanna Sieff
    • dott.ssa Silvia Vaghi

    Ufficio per le valutazioni ambientali

    La l.p. n. 28/1988 e s.m. e la successiva deliberazione della Giunta provinciale n. 5966 del 26 maggio 1989, ha istituito l'Ufficio per la valutazione dell'impatto ambientale nell'ambito del Servizio protezione ambiente. A dirigere l'Ufficio, dal 2 ottobre 1989 sino al 25 marzo 2002, è stato assegnato il dott. Paolo Fedel. Il 1° marzo 1996 le competenze spettanti al Servizio protezione ambiente sono state trasferite alla neocostituita Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente, sotto cui viene incardinata l'Unità organizzativa (U.O.) per la valutazione dell'impatto ambientale, dapprima come Unità dipendente dal Settore tecnico, scientifico e dell'informazione e successivamente come struttura dipendente direttamente dal Direttore dell'Agenzia. Dal 25 marzo 2002 al 10 giugno 2002 le funzioni di Direttore dell'U.O. vengono assorbite dal Direttore dell'Agenzia dotto. Roberto Boso, a cui segue un incarico temporaneo, sino al 1° ottobre 2003, al dott. Luca Sighel, sostituito successivamente dall'ing. Maurizio Tava, che ha retto l'Unità sino al 2 gennaio 2008. Successivamente l'incarico è stato assegnato per un anno al geom. Gian Marco Richiardone, e dal 2 gennaio 2009 le funzioni sono state assorbite dal Direttore dell'Agenzia, ing. Fabio Berlanda, sino al trasferimento di competenze al nuovo Servizio, con cambio della denominazione in Ufficio per le valutazioni ambientali. Anche qui il Dirigente del Servizio, dott. Enrico Menapace, ha assorbito le funzioni di Direttore dell'Ufficio, in attesa del concorso con cui è stato individuato il nuovo Direttore nella figura della dott.ssa Raffaela Canepel. Il 1° maggio 2014, con la riorganizzazione del Servizio è stato cambiato anche il Direttore, con l'arrivo del dott. Alessandro Moltrer.

    Presso l'Ufficio/Unità organizzativa per la valutazione dell'impatto ambientale hanno prestato servizio anche:

    • dott. for. Antonella Agostini;
    • arch. Manlio Bordato;
    • dott. nat. Adriano Boscaini;
    • dott.ssa Raffaella Canepel;
    • sig.ra Tiziana Celli;
    • geom. Fulvio Cirelli;
    • arch. Paolo Daini;
    • geom. Mauro Demattè
    • dott. urb. Paolo Fedel (Direttore dell'Ufficio dal 1990 al 2001);
    • geom. Maurizio Francescon;
    • arch. Maria Carla Giuliani;
    • dott. Claudio Groff;
    • dott. for. Marco Guido;
    • geom. Giuseppe Iero;
    • dott. Luciano Malfer;
    • ing. Paola Mattolin;
    • ing. Mario Mazzurana;
    • sig.ra Orietta Menestrina;
    • ing. Mara Nemela;
    • dott. for. Marco Olivari;
    • dott. for. Cristiano Pastorello
    • dott. agr. Bruno Pisetta;
    • p.i. Nicola Ravaziol;
    • dott. for. Mariano Sartori;
    • dott. for. Adriano Scoz;
    • dott. for. Gilberto Segalina;
    • dott. agr. Luca Sighel (sostituto del Direttore dell'Ufficio nel 2002);
    • geom. Sonja Sottopietra;
    • ing. Maurizio Tava (Direttore dell'Ufficio dal 2003 al 2007);
    • dott. for. Alberto Trenti;
    • sig.ra Natalia Trisotto;
    • arch. Massimiliano Vanella.

    Presso l'Ufficio hanno svolto un periodo di formazione, nell'ambito di stage universitari, i seguenti studenti:

    • dott.ssa Chiara Barolo (PoliTO COREP - 1998);
    • Pablo Pisa Benito (COMETT - 1994);
    • dott. Romeo Bersan (COMETT - 1995);
    • Elisa Bottamedi (IASMA - 2005);
    • Paola Campestrini (IUAV - 2003);
    • Marco Coviello (SAPIM - 1993/1994);
    • Ciro De Carli (SIMKI - 1994);
    • Valentina Furlani (UniTN - 1997);
    • Alberto Galli (UniTN - 2000);
    • dott. Nicola Gellati (ECAP - 1999);
    • arch. Luigi Maffescioni (PoliTO COREP - 1998);
    • Katia Melloni (UniTN - 2003);
    • Vanni Melloni (UniTN - 2003);
    • Martina Moscon (UniTN - 1997);
    • dott.ssa Gabriella Nobile (ECAP - 1999)
    • dott.ssa Astrid Oss ((PoliTO COREP - 1995);
    • Katia Sandri (UniTN - 2002);
    • dott. Roberto Siniscalco (ELEA - 1999);
    • dott.ssa Emanuela Sarzotti (PoliTO COREP - 1998);
    • Matteo Schiavetto (IUAV - 2006/2007);
    • Luca Zambelli (UniTN - 2013);
    • dott.ssa Maria Fulvia Zonta (SYS-DATA - 1994).

    Ufficio programmazione interventi ambientali

    Il 4 aprile 1996, con deliberazione e in base ad una disposizione della l.p. n. 11/1995 di istituzione dell'Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente, viene istituito l'Ufficio di valutazione socio economica e di programmazione degli interventi in campo ambientale, a cui viene assegnato come sostituto del Direttore, dal 22 aprile 1996, il dott. Luciano Malfer, che mantiene l'incarico sino al 7 aprile 1997. Dal 31 agosto 1998 al 26 aprile 1999 l'incarico viene assegnato al sig. Elio Maffei, a cui è seguito un incarico temporaneo, poi trasformato in definitivo a seguito di concorso, al dott. Giovanni Gardelli. Dal giugno 2001, l'Ufficio prende la nuova denominazione di Ufficio programmazione interventi ambientali. Infine, il 2 febbraio 2004 ha preso l'incarico di Direttore dell'Ufficio il dott. Enrico Menapace.
    A seguito della riorganizzazione operata all'interno dell'Amministrazione provinciale nel 2012/2013, con deliberazione della Giunta provinciale n. 608 del 5 aprile 2013, l'Ufficio è stato soppresso a far data dal 1° maggio 2013.

     
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy